MioCinema.it

Favolacce

Regia:
Damiano D'Innocenzo, Fabio D'Innocenzo
Attori:
con Elio Germano, Barbara Chichiarelli, Lino Musella, Gabriel Montesi, Giulietta Rebeggiani, Max Malatesta
Orari:
dal 21.05 al 20.06

Lun. 01
vai su www.miocinema.it
Mar. 02
vai su www.miocinema.it
Mer. 03
vai su www.miocinema.it
Gio. 04
vai su www.miocinema.it
Ven. 05
vai su www.miocinema.it
Sab. 06
vai su www.miocinema.it
Dom. 07
vai su www.miocinema.it

Lun. 08
vai su www.miocinema.it
Mar. 09
vai su www.miocinema.it
Mer. 10
vai su www.miocinema.it
Gio. 11
vai su www.miocinema.it
Ven. 12
vai su www.miocinema.it
Sab. 13
vai su www.miocinema.it
Dom. 14
vai su www.miocinema.it

Lun. 15
vai su www.miocinema.it
Mar. 16
vai su www.miocinema.it
Mer. 17
vai su www.miocinema.it
Gio. 18
vai su www.miocinema.it
Ven. 19
vai su www.miocinema.it
Sab. 20
vai su www.miocinema.it
Trama:

In attesa della riapertura il Cinema Saffi propone a casa tua film di prossima uscita, in prima visione:

Da sabato 23 maggio FAVOLACCE dei fratelli D’Innocenzo sarà visibile su MIOCINEMA. Alle ore 21.00 il film sarà presentato al pubblico di MIOCINEMA direttamente dai suoi autori. Su Miocinema sarà infatti possibile ascoltare dalla voce dei due autori la presentazione dell’imperdibile favola nera che ha incendiato il cuore della critica al Festival di Berlino, dove il film è stato premiato per la Migliore sceneggiatura. Tra i protagonisti uno strepitoso Elio Germano. A dialogare con Damiano e Fabio D’Innocenzo, che dopo il sorprendente esordio de La Terra dell’abbastanza, hanno confermato il proprio talento originale e graffiante, cisarà il critico Goffredo Fofi.

DOPO L'APPUNTAMENTO DI SABATO 23, IL FILM SARA' A DISPOSIZIONE SULLA PIATTAFORMA, CON LE CONSUETE MODALITA'.


SINOSSI DEL FILM C’era una volta una favola nera, ambientata nella provincia romana, tra la malinconica litoranea brutalmente costruita ed una campagna che è stata palude. Una piccola comunità di famiglie, i loro figli adolescenti, la scuola. Un mondo apparentemente normale dove silente cova il sadismo sottile dei padri, impercettibile ma inesorabile, la passività delle madri, l’indifferenza colpevole degli adulti. Ma soprattutto è la disperazione dei figli, diligenti e crudeli, incapaci di farsi ascoltare, che esplode in una rabbia sopita e scorre veloce verso la sconfitta di tutti.